Ti sembra che le giornate non abbiano mai abbastanza ore? Ti sembra di non avere mai tempo di fare nulla? Ti sembra di non essere in grado di organizzare al meglio la tua giornata? Sei nel posto giusto. Abbiamo un metodo infallibile solo per te.

E dopo la televendita, la realtà dei fatti: da freelance organizzare la giornata è un terno al lotto. Sai quanto tempo ho passato a cercare di far funzionare tutte le tecniche imparate online e a sentirmi in colpa perchè con me sembrava non funzionare nulla?

Come ho risolto?

Ho risolto con due tecniche diverse. Ma prima alcune premesse.

  • Io ho un calendario mensile e uno settimanale con le cose da fare, quindi quando organizzo una giornata attingo da lì.
  • Organizzo la giornata la mattina, non la sera prima.
  • Io lavoro bene la mattina presto e il pomeriggio inoltrato; sapendolo, organizzo la mia giornata di conseguenza. Questa modalità si può calare in qualsiasi momento temporale, non solo la mattina.
  • Se un giorno non ho voglia di lavorare, nessun tipo di organizzazione mi è utile. Preferisco non fare nulla e riposare il cervello che evidentemente ne ha bisogno.
Perchè due tecniche diverse?

Perchè la prima è quella seria, quella precisa, ma a volte non riesco a fare tutto perchè rimango un’ora al telefono con un cliente, perchè c’è un imprevisto, perchè magari non mi sento bene, perchè, perchè, perchè. E quando succede mi sento in colpa. Così, per quelle mattine in cui non mi sento molto bene, uso la versione semplificata.

Ora il momento che stai aspettando.

Come organizzo la mia giornata?
  1. Blocco un periodo di tempo. Prendo in considerazione una parte della giornata, per me dalle 8 alle 18.
  2. Suddivido questo blocco in sottinsiemi da 30 minuti
  3. Assegno un’attività a ogni miniblocco.

Esempio: 8-8,30 email; 8,30-9 social; 9-9,30 yoga.

Importante: in questo periodo blocco il tempo anche per il pranzo, per la pausa caffè, per ogni singola cosa che può capitare dalle 8 alle 18.

Altra cosa importante: tenere le attività meno importanti e/o che richiedono meno attività intellettuali alla fine della propria giornata.

Pro: Seguire una routine precisa, quasi marziale, allena il cervello alla disciplina. Io ho visto un aumento della mia produttività.

Contro: Questa struttura è poco sensibile agli imprevisti (attività che richiedono più tempo).

Qui, infatti, viene in aiuto la seconda tecnica. Faccio un elenco di tutte le cose che devo fare durante la giornata, nello stesso modo in cui la farei con il blocco orario (sì, considero anche il pranzo per ricordarmi di mangiare e sì). Piano piano, elimino dalla lista tutto ciò che ho fatto e mi sento leggera.

Pro: Questa metodologia è incredibilmente flessibile.

Contro: è più facile perdersi in cose superflue.

Queste due tecniche estremamente semplici sono quelle che aiutano di più me, che faccio procrastinare di secondo nome.

Quali sono le tecniche di organizzazione che funzionano di più per te? Condividilo con noi, procrastinatori seriali, nei commenti.

Image by Karolina Grabowska from Pixabay


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *