Quante volte hai sentito dire che con i tuoi obiettivi devi essere specifico, e anche ridimensionarti un bel po’? Io qui affermo che porsi un obiettivo quasi fantascientifico è cosa buona e giusta. Vediamo perché.

La pace nel mondo: classica domanda da Miss. E classico obiettivo campato per aria perché tutti noi sappiamo che la pace nel mondo è impossibile. Perché è impossibile? Rispondere a questa domanda è la chiave per risolvere il problema.

La prima cosa da fare è restringere il campo. Quando uno fa un’analisi dei dati, e questo è il mio settore, non prende in esame tutte le migliaia di informazioni esistenti, ma circoscrive il problema in modo da creare un modello che poi verrà addestrato. Ovvero per la pace nel mondo parti dalla pace in una regione specifica. Analizzando in dettaglio le motivazioni della guerra troverai delle soluzioni e, soprattutto, un processo risolutivo. È infatti questo che si vende, il processo, non la soluzione: questa è solo il foglio finale da presentare al cliente.

Se le informazioni che trovi sono troppe da gestire tutte insieme, ti invito a circoscrivere ancora il problema ad una situazione specifica (controllo del territorio, petrolio, ambiente, etc…): questo è l’equivalente di trovare una nicchia.

Ora che hai creato un modello devi validarlo. Devi cioè vedere se funziona in altre località con le stesse caratteristiche. (spoiler alert: probabilmente dovrai fare 2 o3 modelli diversi trattandosi del mondo).

Fatto questo, applichi i modelli a tutti i paesi in guerra e hai risolto la pace nel mondo.

O meglio hai risolto una delle cause della pace del mondo. Sfortunatamente, dato l’argomento, il comportamento umano è la variabile impazzita. Certo quando si ripresenta il problema tu hai già un processo validato cui aggrapparti. Questo è quello che viene definito quello che solo tu hai: il problema si ripresenterà ancora ma con il tuo metodo se ne risolve un pezzo.

È sufficiente? Moralmente probabilmente no, però la tua fetta di paradiso l’hai conquistata. Ed è tutto quello che potevi fare nel corso di una sola vita.

Questo è il motivo per cui si dice di puntare alle stelle, di mirare alto, perché anche se non arrivi fino alla cima, hai fatto un bellissimo e appagante pezzo di strada.

Image by michel kwan from Pixabay


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *